Benvenuto nel sito dell'UICI di Catania

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI) viene fondata a Genova il 26 ottobre del 1920 da un gruppo di non vedenti guidati da Aurelio Nicolodi, giovane ufficiale trentino che ha perduto la vista durante la prima guerra mondiale. Eretta ad Ente morale nel 1923 (RD n. 1789 del 29/07), con D.Lgs del 4/12/1997 n. 460 è stata riconosciuta Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS).

Oggi è un Ente con personalità giuridica di diritto privato, ONLUS-APS, ed esercita le funzioni di rappresentanza e di tutela degli interessi morali e materiali dei disabili visivi, presso le Pubbliche Amministrazioni e presso tutti gli Enti o Istituzioni che hanno come scopo l’assistenza, l’educazione e la formazione professionale dei disabili visivi.

Ogni Sezione Territoriale UICI rappresenta il nucleo organizzativo fondamentale dell’UICI ONLUS-APS e ha autonomia di iniziativa nel proprio ambito territoriale per l’attuazione delle finalità associative.

La Sezione Territoriale di Catania ha sede in via Louis Braille 6, Catania. Presso la sede è possibile accedere a tutte le attività e a tutti i servizi previsti e offerti ai disabili visivi della città metropolitana di Catania.

 



ASSEMBLEA ELETTIVA DEI SOCI DEL 21/06/2020

ESITO DELLE OPERAZIONI DI VOTO E CANDIDATI ELETTI

 

COMPONENTI  IL  CONSIGLIO  DELLA SEZIONE TERRITORIALE UICI DI CATANIA :

 

1)  PUGLISI RITA 

2)  STOCCATO ANTONINO 

3)  GUGLIELMINO FERDINANDO 

4)  ROMEO CARMELA 

5)  CANGEMI GIOVANNA 

6)  GRASSO ROSARIO LUCIO 

7)  LATTUGA ROSA 

8)  GATTUSO MATTIA * 

9)  BOVINO GIUSEPPE 

 

*N.B.  A SEGUITO  DELLA RINUNCIA ALLA CARICA FATTA PERVENIRE IN ASSEMBLEA DALLA SIG.RA GATTUSO MATTIA RISULTA ELETTO CONSIGLIERE SEZIONALE IL SIG PIZZINO GIOVANNI (PRIMO DEI NON ELETTI DELLA LISTA 2) 

  

CONSIGLIERI REGIONALI DEL SODALIZIO:

 

1)  LATTUGA ROSA 

2) RAGUSA ISMAELE   

  

DELEGATI CONGRESSO NAZIONALE  DEL SODALIZIO:

 

1)  CORMACI SIMONETTA 

2)  GATTUSO MATTIA 

3)  GRAVANO MARIA 

 

Ulteriori approfondimenti nella sezione "Notizie"

Servizio Civile
  • Progetto "Accendi una luce 2019"
    Progetto "Accendi una luce 2019"

    Con la presente si comunica che i volontari del progetto “Accendi una luce 2019” sedi di Catania, Giarre e Caltagirone, inizieranno il proprio servizio in data 24/06/2020.

    Dovranno presentarsi presso la sede UICi di Catania, via Louis Braille 6 alle ore 9.00

    Written on Domenica, 21 Giugno 2020 12:14
  • Pubblicazione calendario formazione generale - Progetti “"Un Percorso Speciale L.289 - Catania" e "La Propria Luce L 289 - Catania".
    Pubblicazione calendario formazione generale - Progetti “"Un Percorso Speciale L.289 - Catania" e "La Propria Luce L 289 - Catania".

    Si comunica il calendario della Formazione Generale rivolta ai volontari in servizio civile dei progetti “"Un Percorso Speciale L.289 - Catania" e "La Propria Luce L 289 - Catania".

    La formazione avverrà con modalità “a distanza” attraverso la piattaforma “CISCO WEBEX”.

     

    Con successiva comunicazione verranno precisate le modalità di partecipazione alla formazione.  

    • 15/06/2020 dalle ore 8,30 alle ore 11,30
    • 16/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    • 17/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    • 18/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    • 19/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    • 20/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    • 22/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    • 23/06/2020 dalle ore 8,00 alle ore 14,00
    Written on Giovedì, 11 Giugno 2020 16:53
  • Riattivazione dei Progetti "Un Percorso Speciale L.289 - Catania" e "La Propria Luce L 289 - Catania"
    Riattivazione dei Progetti "Un Percorso Speciale L.289 - Catania" e "La Propria Luce L 289 - Catania"

    Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha provveduto ad aggiornare la procedura che consente agli enti di dare comunicazione in merito ai progetti di servizio civile da riattivare dopo un periodo di temporanea interruzione.

    La Sezione U.I.C.I. di Catania ha provveduto alla riattivazione dei progetti ex art. 40 legge 289/2002 a far data dal 13/05/2020.

    Gli operatori volontari che non intendono proseguire il servizio nel progetto cui sono assegnati e che viene riattivato devono ricorrere all’ordinaria interruzione di servizio così come prevista dalle disposizioni vigenti, comunicandola all’ente di assegnazione. In tal caso il contratto di servizio civile universale verrà rescisso.

    Si rammenta che, nell’espletamento del servizio, occorrerà rispettare con rigore le norme relative agli spostamenti e al distanziamento sociale e l’operatore volontario che presta servizio dovrà essere dotato dei dispositivi di protezione individuale adeguati all’esposizione al rischio  

    Detti DPI, qualora non in possesso dei volontari, potranno essere ritirati gratuitamente presso la scrivente Sezione Territoriale.

     

    Distinti saluti

    La Presidente

    Prof.ssa Rita Puglisi

    Written on Lunedì, 25 Maggio 2020 17:18
  • Temporanea interruzione dei progetti "Un Percorso speciale L.289 - Catania" e "La propria luce L. 289 - Catania"
    Temporanea interruzione dei progetti "Un Percorso speciale L.289 - Catania"  e "La propria luce L. 289 - Catania"

     

    Vi informiamo che, in riscontro ai contenuti della circolare del DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE GIOVANILI E IL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE del 4 aprile 2020, nell’ambito dell’emergenza Covid-19, la scrivente sezione territoriale, a partire dal 16 Aprile 2020, si avvarrà della temporanea interruzione dei progetti ex art. 40, in considerazione anche della proroga del Governo al 3 maggio p.v. delle misure di contenimento, auspicando la riattivazione dei progetti di servizio civile universale, in una successiva fase dell’emergenza epidemiologica in atto.

    La suddetta interruzione è motivata esclusivamente dalla difficoltà concreta di riavviare un progetto di servizio civile che di per sé ha un’ articolazione intrinseca che non consente di garantire il distanziamento sociale richiesto dall’attuale emergenza sanitaria.

    Vi informiamo, altresì, che agli operatori volontari i cui progetti sono “temporaneamente interrotti”, verrà garantito l’assegno mensile che sarà regolarmente erogato dal Dipartimento anche durante il periodo di interruzione temporanea del servizio, e non sarà conseguentemente corrisposto a partire dal riavvio del servizio per un periodo pari a quello dell’interruzione.

    Successivamente il Dipartimento provvederà a riprendere regolarmente l’erogazione dell’importo degli assegni mensili rimanenti per il servizio che verrà prestato.

    Vi terremo informati su eventuali e futuri sviluppi.

     

    Distinti saluti

    La Presidente

    Prof.ssa Rita Puglisi

    Written on Mercoledì, 15 Aprile 2020 13:55
  • URGENTE: Sospensione dei progetti di servizio civile sull’intero territorio nazionale
    URGENTE: Sospensione dei progetti di servizio civile sull’intero territorio nazionale

    Circolare del 10 marzo 2020 recante indicazioni agli enti di servizio civile in relazione all’impiego degli operatori volontari nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

    La presente circolare, adottata alla luce di quanto previsto dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 9 marzo 2020, che produce effetti dal giorno 10 marzo 2020, fornisce nuove indicazioni agli enti di servizio civile circa l’impiego degli operatori volontari e annulla e sostituisce le circolari di pari oggetto del 24 e 25 febbraio, del 2, 6 e 8  marzo uu.ss..

    In particolare, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 e in virtù della previsione di “evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori […], nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute” si dispone la sospensione dei progetti di servizio civile sull’intero territorio nazionale e la conseguente sospensione dal servizio degli operatori volontari.

    Le suddette sospensioni si applicano, allo stato attuale, fino al 3 aprile 2020, e vanno intese, in considerazione della straordinarietà della situazione, come ulteriori giorni di permesso straordinario per causa di forza maggiore, in aggiunta a quelli indicati dalle “Disposizioni concernenti la disciplina dei rapporti tra enti e operatori volontari del servizio civile universale” del 14 gennaio 2019. Si tratta di una misura eccezionale e non prorogabile oltre il 3 aprile e pertanto, in funzione dell’evoluzione dell’emergenza in atto, il Dipartimento valuterà come trasformare poi lo strumento dei permessi straordinari, anche prevedendo, se necessario, una interruzione dei progetti ed una successiva eventuale riattivazione, laddove ce ne fossero le condizioni, con il recupero del periodo di interruzione.

    Written on Mercoledì, 11 Marzo 2020 10:45