Notizie

Inoltriamo da Pianificazione, Gestione e Coordinamento dei Servizi della Direzione Famiglia e Politiche sociali

Richiamati i provvedimenti ministeriali e le disposizioni regionali, al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus covid-19, considerato il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia, e di sostenere nel contempo il difficile compito di cura e accudimento dei caregivers di persone affette da disabilità.

Si avvisano le persone che per condizioni di salute, fisica o psichica, o disabilità cognitiva – intellettiva – relazionale, necessitano di svolgere saltuariamente attività all’aria aperta (passeggiate, attività fisica), solo se strettamente necessario, possono uscire restando nei dintorni di casa, accompagnati da un caregivers, rispettando le regole di distanziamento sociale per prevenire il contagio del virus (sono vietate le attività sportive di gruppo e gli assembramenti).

L’esigenza deve essere autocertificata, indicando quale sia la ragione di "necessità" (si deve avere con sé l'autocertificazione), ed è consigliabile munirsi di altra documentazione, come il certificato attestante la condizione fisica o di disabilità.

Si ricorda che tale modalità deve essere utilizzata solo se è strettamente necessaria e se non è possibile fare diversamente. al fine di autorizzare e monitorare i movimenti che si determineranno occorre fare pervenire comunicazione al seguente recapito di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Venerdì, 27 Marzo 2020 19:22

COMUNICATO N. 58

 

 

Diffondiamo il Comunicato N. 58 emesso dall' Unione Italiana dei Cieche e degli Ipoventi avente per oggetto: Decreto Legge “Cura Italia” del 17 marzo 2020, n. 18. Estensione dei permessi retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della Legge n. 104/1992

Care amiche, cari amici,

 

come già anticipato nel Comunicato UICI del 19 marzo 2020, n. 52, il Governo, nel Decreto Legge “Cura Italia”, ha introdotto una serie di benefici a tutela della disabilità.

Di particolare rilievo a tale riguardo è l’articolo 24 che stabilisce l’ampliamento del numero dei giorni di permesso retribuito previsti dall’art. 33, commi 3 e 6, della Legge n. 104/1992, incrementandolo di ulteriori 12 giornate complessive, per i mesi di marzo e aprile 2020. La norma recita testualmente: “Il numero di giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa di cui all'articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992 n. 104, è incrementato di ulteriori complessive 12 giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020”.

Conseguentemente, i soggetti aventi diritto ai permessi in questione potranno godere, in aggiunta ai 3 giorni mensili già previsti dalla Legge n. 104/1992 (3 per il mese di marzo e 3 per il mese di aprile), di ulteriori 12 giorni da fruire complessivamente nell’arco dei predetti due mesi.

È bene chiarire, dopo la confusione di notizie circolate in questi giorni, che l’estensione a ulteriori 12 giorni interessa tutti i dipendenti titolari dei benefici previsti dalla Legge n. 104/1992 sia in qualità di soggetti disabili con connotazione di gravità, che impegnati nell’assistenza di familiari disabili gravi. In sintesi, ne possono usufruire:

  1. i genitori di figli con disabilità grave non ricoverati a tempo pieno;

  2. il coniuge, i parenti e gli affini entro il secondo grado di persona con disabilità grave (ovvero entro il terzo grado qualora i genitori o il coniuge della persona con disabilità in situazione di gravità abbiano compiuto i sessantacinque anni di età oppure siano anch’essi affetti di patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti), non ricoverati a tempo pieno;

  3. i lavoratori con disabilità grave.

Lo chiariscono in particolare il Ministero del Lavoro con circolare n. 3 del 24 marz, e l’INPS con circolare n. 45 del 25 marzo 2020. Troverete, in allegato, i relativi testi.

Per rispondere ai numerosi quesiti che ci giungono dal territorio, riteniamo opportuno esemplificare alcune circostanze, per chiarire meglio la portata della norma e assicurare una corretta applicazione della stessa in tutti gli uffici, pubblici e privati:

  • se si ha diritto a 6 giorni di permesso al mese per due familiari, ora si avrà diritto, in virtù del citato decreto, a 36 giorni di permesso retribuito (6 giorni a marzo + 6 giorni aprile + 24 giorni da poter utilizzare fra marzo e aprile);

  • il lavoratore disabile privato, ovvero colui che presta assistenza a familiare disabile grave (in entrambi i casi, c’è già il provvedimento autorizzativo dell’INPS all’uso della Legge n. 104/92) non dovrà presentare una nuova domanda telematica sul portale dell’Istituto previdenziale. L’interessato potrà, infatti, già fruire delle suddette ulteriori giornate, dandone comunicazione al proprio datore di lavoro, che regolarizzerà la posizione assicurativa e previdenziale con l’INPS attraverso il flusso UniEmens.

Lo stesso vale per i lavoratori dipendenti pubblici (disabili gravi, ovvero impegnati nell’assistenza a familiare disabile grave), che si dovranno interfacciare direttamente con la propria Amministrazione pubblica, secondo le consuete modalità. Sul punto, dà garanzie la circolare del Ministero del Lavoro, n. 3/2020, allegata;

  • la domanda di permessi ex Legge n. 104/92 sarà, invece, necessaria in assenza di un provvedimento di autorizzazione da parte dell’INPS all’uso di tali permessi, in corso di validità (riguarda esclusivamente coloro che non hanno mai fatto domanda dei permessi Legge n. 104/92). Pertanto, la fruizione delle ulteriori 12 giornate di permesso potrà essere richiesta al datore di lavoro (pubblico o privato) solo successivamente alla data della domanda amministrativa di concessione della Legge n. 104/92;

  • le 12 giornate di Legge 104/92 sono frazionabili anche in ore;

  • in caso di rapporto di lavoro part-time, va distinta la modalità verticale, da quella orizzontale. Per il part-time verticale, i 12 giorni verranno riparametrati (Orario medio settimanale teoricamente eseguibile dal lavoratore part time/orario medio settimanale teoricamente eseguibile a tempo pieno) X 12). Per il part-time orizzontale, non andrà effettuato alcun riproporzionamento;

  • in favore dei genitori di figli con disabilità grave, nel periodo di sospensione dei servizi educativi e scolastici, è possibile cumulare il congedo parentale per emergenza COVID-19 retribuito al 50 per cento (artt. 23 e 25 del Decreto Legge n. 18/2020; vedi anche il Comunicato UICI n. 57 del 25 marzo 2020), o in alternativa il bonus per servizi di baby-sitting, con i giorni di permesso retribuito per Legge n. 104/92 così come estesi dal Decreto “Cura Italia” (6 + 12 per marzo e aprile) e con il congedo straordinario biennale di cui all’art. 42, comma 5, del Decreto legislativo 151/2001.

 

In alternativa all’estensione dei permessi Legge n. 104/92, c’è la possibilità, per i dipendenti privati e pubblici in stato di disabilità grave, di assentarsi dal lavoro fino al 30 aprile 2020. In tal caso, si avrà totale equiparazione di tale assenza al ricovero ospedaliero (assenza per malattia, non calcolata ai fini del superamento del periodo di comporto).

Per le modalità di accesso a tale beneficio, la cui definizione è rimessa all’art. 26, comma 2, del citato Decreto n. 18/2020, in attesa che l’INPS dirami una apposita Circolare e/o Messaggio, vi consigliamo di rivolgervi al vostro medico curante, per assumere le necessarie informazioni (qualora il medico curante sollevasse delle perplessità, potrete chiarirgli l’adempimento richiesto suggerendo di fare applicazione del certificato di malattia Codice V07, già in uso presso altri suoi colleghi).

Ci riserviamo, in ogni caso, di fornire ulteriori comunicazioni in occasione dell’emanazione di nuove disposizioni operative da parte dell’Ente di Previdenza.

 

Dato l’interesse generale e l’emergenza in atto, vi preghiamo di dare la massima diffusione al presente comunicato.

 

Vive cordialità.

Mario Barbuto

Presidente Nazionale

 

Venerdì, 20 Marzo 2020 09:58

Decreto legge “Cura Italia”

 

         Care amiche, cari amici,

il Governo ha emanato il decreto legge “Cura Italia” il 17 marzo scorso, introducendo misure che ci riguardano molto da vicino non solo come cittadini, ma anche come persone con disabilità.

Tra le norme di maggiore rilievo ci sono quelle relative alla fruizione della legge 104.

A tal proposito si chiarisce che i giorni disponibili aggiuntivi, complessivamente fruibili entro il 30 aprile prossimo, sono dodici e si aggiungono ai tre giorni ordinari previsti mensilmente.

Il Governo ha chiarito che la misura si riferisce non solo ai familiari delle persone con disabilità, ma anche ai lavoratori con disabilità, purché già in possesso, ovviamente del riconoscimento della legge 104.

Al fine di alleviare le difficoltà del momento risulta utile ricordare tre numeri utili nazionali:

  • 800.189.521, per la consegna farmaci;
  • 800.065.510, Croce Rossa, per necessità essenziali;
  • 800.840.840 Protezione Civile Nazionale, come sopra.

I numeri funzionano compatibilmente con le capacità operative connesse e con le diverse situazioni territoriali.

 

E’ opportuno segnalare che la nostra Sezione rimarrà aperta tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle ore 14,00 per raccogliere tutte le richieste dei nostri associati che ne avessero necessità. I numeri telefonici sono i seguenti:

- Centralino 095/333380 – Segreteria Telefonica 095 333988.

 

La Presidente Rita Puglisi mette a disposizione il proprio numero di telefono per dare il massimo supporto a tutti i soci che ne avessero bisogno: 3346339290.

 

Si ricorda ancora infine il numero di telefono e gli orari della professionista che, nell’ambito del progetto “Stessa strada per crescere insieme” si è resa disponibile ad offrire ai nostri soci, a titolo gratuito, un supporto psicologico in questa difficile situazione di confinamento obbligatorio a casa.

Il numero di telefono a cui chiamare, dal lunedì al sabato, dalle ore 17,00 alle ore 19,00, è il seguente: 334.6339405.

Gentili soci,

si informa che non è stato ancora divulgato il testo definitivo del decreto legge cura-Italia approvato nella giornata di ieri.

Le notizie diffuse dai media sulle misure approntate per il supporto all’emergenza sanitaria ed economica che ha colpito il nostro Paese, non trovano ancora riscontro in un testo definitivo e legale.

Si chiede pertanto la Vostra comprensione, in un momento difficile e certamente nuovo per tutti noi, nell’attendere ulteriori nostre comunicazioni sui diversi strumenti predisposti dal Governo non appena il testo definitivo sarà reso disponibile per essere studiato e compreso.

Grazie e cordiali saluti.
La Presidente
Rita Puglisi

Articolo 23: incrementa di ulteriori 12 giorni i permessi mensili retribuiti coperti da contribuzione figurativa di cui all’articolo 33, comma 3, della legge 104/1992, usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.

Articolo 38: “Diritto di precedenza lavoro agile”: Prevede che fino al 30 aprile 2020 i lavoratori dipendenti disabili nelle condizioni di cui all’articolo 3, comma 3, della legge 104/ 1992, o che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità nelle condizioni alla stessa legge, hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile, salvo che questo sia compatibile con le caratteristiche della prestazione.

Ai lavoratori del settore privato affetti da gravi e comprovate patologie con ridotta capacità lavorativa è riconosciuta la priorità nell’accoglimento delle istanze di svolgimento delle prestazioni lavorative in modalità agile.

Martedì, 17 Marzo 2020 13:07

SERVIZIO DI SUPPORTO PSICOLOGICO

Carissimi soci, nell’ambito del progetto denominato “Stessa strada per crescere insieme” la psicologa della nostra Sezione presterà la propria assistenza in questi giorni di crisi per offrire un supporto e un conforto dinanzi alla solitudine e all’isolamento in atto.

A far data da oggi il numero di telefono a cui chiamare, dal lunedì al sabato, dalle ore 17,00 alle ore 19,00, è il seguente: 334.6339405

.

 

                                                                       La Presidente

                                                                       Rita Puglisi

In questo momento di difficoltà nazionale, per confermare concretamente l’impegno verso il nostro territorio, Vi diamo queste informazioni che possono essere utili per alleviare le difficoltà del momento.

 

SUPERMERCATI che effettuano consegne a domicilio

 

Gruppo DECO’,

da oggi e fino al 31 Marzo, sarà reso GRATUITO il servizio di consegna della spesa ai clienti con più di 65 anni.

 

Di seguito la lista dei punti vendita che aderiscono all'iniziativa:

 

GOURMET DECÒ Via G. D'Annunzio, 119 CATANIA Tel. 095386147

MAXISTORE DECÒ Corso Sicilia, 50 CATANIA Tel. 095326099

IPERSTORE DECÒ Via Acicastello, 17 CATANIA Tel. 0957126806

SUPERSTORE DECÒ Via Messina CATANIA Tel. 0957124382

MAXISTORE DECÒ Via Pola, 37 CATANIA Tel. 0957221553

SUPERSTORE DECÒ Via Carnazza, 77 TREMESTIERI ETNEO Tel. 0957336648

SUPERSTORE DECÒ Via Balatelle, 7/A SANT'AGATA LI BATTIATI Tel. 095337881

MAXISTORE DECÒ Via G. Leopardi, 82/98 CATANIA Tel. 095374974

SUPERSTORE DECÒ Via Del Rotolo, 44/48 CATANIA Tel. 0954039945

SUPERMERCATO DECÒ Vitt. Emanuele II, 180 ACIREALE Tel. 095886540

 

 

Il Gruppo CRAI permette di ricevere gratuitamente a casa la spesa per importi di minimo trenta euro. Ecco il link per la spesa on line : www.craispesaonline.it.

 

 

Elenco delle farmacie che effettuano la consegna a domicilio

 

  • PITTARI via Torino 70 – Catania 095 439357

  • MOLINA via Pidatella 132 – Catania 095 7221429 (servizio a domicilio solo se in zona Picanello)

  • PARENTI – Corso Indipendenza n.62 – Catania 095 202347 (servizio a domicilio solo se urgente e in zona)

  • GUARNACCIA –Via Vittorio Veneto n. 135 (abbiamo telefonato a questo numero 095 503937 e hanno dato questo cellulare per richiedere farmaci a domicilio 348 2391322)

  • FARMACIA GALERMO – Via Galermo n.308 Tel. 095 6172858

  • FARMACIA DUE OBELISCHI - Via del Bosco 401 - Tel 095 414228

  • FARMACIA SCALIA - Via Roma 262 S. Giovanni La Punta - Tel 095 7411847

  • CONSEGNA GRATUITA FARMACI A DOMICILIO 800189521

Gentili pazienti,

 

in ottemperanza alle misure sanitarie disposte dal governo per contenere la diffusione del coronavirus, il nostro ambulatorio sospende le attività fino al prossimo 3 aprile.

Ciò allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 e in virtù della previsione di “evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori […], nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute”.

Vi chiediamo di essere tolleranti nel comune interesse alla salute di tutti noi e nel rispetto delle norme imposte da tale eccezionale momento di crisi sanitaria che sta attraversando il nostro paese.

 

       Cari saluti

                   

                                              La Presidente

                                               Rita Puglisi

Si rende noto quanto disposto dalla Presidenza Nazionale in conformità con le misure contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020

A tutti i soci della Sezione Territoriale U.I.C.I. di Catania

 

 Con la presente si comunica che, a seguito del DPCM del 04/03/2020 inerente le misure per il contrasto ed il contenimento del diffondersi del virus COVID - 19, l’Assemblea elettiva dei Soci della Sezione Territoriale di Catania, prevista per la data del 08/03/2020 è rinviata a data da destinarsi.

 

                   La Presidente

                    Rita Puglisi

Pagina 1 di 10