Notizie

Oggetto: CONVOCAZIONE CONSIGLIO PROVINCIALE

 

            E' convocato per il giorno 24 novembre 2021, alle ore 18.45, il Consiglio della Sezione Territoriale di Catania dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus/Aps. Esso si svolgerà in modalità mista, pertanto, nel pieno rispetto delle cautele che la vigente emergenza Covid impone, sarà consentita la partecipazione in presenza dei Consiglieri Sezionali che saranno tenuti, per motivi organizzativi, a comunicare (stesso mezzo) la loro partecipazione presso i locali della Sezione U.I.C.I. di Catania, via Louis Braille n. 6. 

Qui di seguito si riporta l’ordine del giorno:

 

  • Approvazione verbale della seduta consiliare del 12/11/2021;
  • Comunicazioni della Presidente;
  • Variazione Bilancio 2021: a) Adeguamento capitoli di Bilancio, b) Riaccertamento residui attivi e passivi – Deliberazioni inerenti e conseguenti;
  • Approvazione Relazione Programmatica anno 2022;
  • Approvazione Bilancio Preventivo e Budget anno 2022;
  • Proroga contratti interinali;
  • Reintegrazione Fondo Economato;
  • Iscrizione Soci;
  • Cancellazione soci;
  • Varie ed eventuali.

 

    Distinti saluti                              

                              La Presidente Provinciale

                                       Prof.ssa Rita Puglisi           

 

Articolo evento Giornata internazionale della prevenzione della cecità

Sezione UICI Catania “ Intervento precoce… bisogni e speranze”

 

Anche l’UICI di Catania ha voluto far sentire la propria voce in occasione della Giornata internazionale della prevenzione della cecità; questo a motivo e con l’orgoglio di una Sezione particolarmente impegnata nel lavoro di prevenzione sui bambini e nei servizi riabilitativi offerti a soggetti disabili visivi e con altre minorazioni.

Con il patrocinio dell’IAPB e in partenariato con il Rotary Catania, è stato organizzato l’evento che ha avuto come tema: l’intervento precoce , bisogni e speranze.

Dopo i graditi interventi del Presidente nazionale e della Vice Presidente si è entrati nel vivo dell’incontro.

Tutti noi disabili visivi, le nostre famiglie,  conosciamo bene l’importanza della prevenzione e molti potrebbero raccontare storie di vita in cui un giorno o un mese, un centro medico piuttosto che un altro hanno fatto la differenza esistenziale nella vita e dei  suoi successivi risvolti.

La cultura della prevenzione della vista tuttavia ancora oggi è considerata minoritaria essendo diffusa l’opinione che non sia a rischio la vita stessa. Il fatto è che  non si valutano opportunamente le implicazioni psicologiche sociali relazionali a cui va incontro chi perde in parte o del tutto la vista e a ciò si aggiunge  che la consuetudine sanitaria prevede controlli oculistici non prima di 7/8 anni delegando ai pediatri la valutazione  oculistica dei primi anni di età.  Ieri, invece, nel corso dell’incontro che ha visto tra i partecipanti il prof Falsaperla primario del reparto di  neonatologia e della dott.ssa  Gagliano oculista dello stesso  reparto dell’ Ospedale universitario San Marco di Catania  che hanno sottolineato l’importanza di un intervento precoce sul bambino appena nato anche rispetto allo sviluppo neurologico. Sono seguiti interventi della Direttrice sanitaria del nostro centro di riabilitazione d.ssa Messina, oculista pediatrico dott. Rapisarda e ortottista dott.ssa Cascino. Nelle loro parole abbiamo potuto leggere una grande competenza e un trasporto affettivo non comuni. Il loro prendersi cura quotidianamente della salute di tanti bambini e adulti è emerso significativamente oltre le parole di scienza. Tutti loro hanno rilevato l’importanza fondamentale di diagnosticare preventivamente eventuali patologie o scompensi della vista tutti hanno evidenziato l’importanza di collaborazioni sinergiche tra competenze differenti, tutti hanno ribadito l’importanza di una migliore promozione culturale della prevenzione che  deve passare anche dai mezzi di informazione. Facile comprendere come dietro alle parole ci sia la condivisione di percorsi di vita importanti, l’empatia verso le persone da curare o le loro famiglie la condivisione delle preoccupazioni ma soprattutto delle speranze.

La Presidente Puglisi non ha mancato di rimarcare il grande lavoro che ogni giorno viene svolto dentro la nostra Sezione grazie al Centro di riabilitazione multidisciplinare e agli ambulatori oculistico e oculistico pediatrico che, dal suo inizio nel dicembre 2018, ha eseguito oltre 3500 visite oculistiche e ortottiche congiuntamente diventando un vero e proprio riferimento per la nostra intera regione. Non sono mancati i ringraziamenti al   personale impiegato dei nostri uffici che ugualmente ogni giorno lavora e collabora alla buona riuscita di tutte le attività della Sezione. La conclusione, particolarmente suggestiva e commovente è stata affidata alla lettura di alcune pagine di un libro-diario scritto da Marco Giordano terapista e papà di Arianna bambina prematura con tanta voglia di vivere. Alla lettura si è prestata con entusiasmo e passione l’altra ortottista del Centro la dott.ssa Maglia che ci ha coinvolti emotivamente restituendo tutta la partecipazione del genitore-scrittore e della meraviglia della vita in divenire di Arianna purtroppo conclusasi tragicamente.

L’impegno finale, anche da parte della Presidente Rotary dott.ssa Torrisi è stato quello di migliorare e intensificare la collaborazione e di creare una più ampia promozione culturale.

 

            Simonetta Cormaci per UICI Sezione di Catania

             

Evento presentazione Sportello donna 11/9/2021

 Sabato 11 settembre, cogliendo spunto dal libro della giornalista Sarah Donzuso “Da sempre e per sempre” che narra una storia di amicizia tra alcune donne (una di queste turbata da un’esperienza di violenza), l’UICI Sezione di Catania ha presentato l’imminente apertura di uno Sportello donna in cogestione con l’Associazione Centro antiviolenza Thamaia.

L’evento ha visto il coinvolgimento di tutte le istituzioni cittadine – dal Comune alla prefettura e Questura alle forze dell’ordine e istituzioni sociosanitarie-   le quali hanno partecipato con favore apprezzando molto il progetto.

Moderato da Giuseppe Ardica, giornalista RAI sede di Catania l’incontro  è cominciato con  il saluto della Presidente Rita Puglisi e, da remoto, della Vice Presidente nazionale Linda Legname. A seguire l’intervento di chi scrive referente  UICI catanese per le questioni di genere. In tale intervento è stata espressa, ancora una volta,  l’attenzione alle donne disabili in quanto lo status di “donna” aggravato dall’essere disabili diventa un doppio fattore di rischio , una doppia discriminazione con conseguenza di un grave disagio e svantaggio psicologico e sociale. Ormai è sempre più rilevato il fenomeno delle discriminazioni intersezionali  originate dalla cultura paternalista e maschilista,  di come esse agiscano fortemente su chi ne è colpita con grande impatto esistenziale;  potremmo fare l’esempio  dell’essere donna e di età senile o infantile, con difficoltà economiche o di origine straniera. Per tali ragioni e per il crescente disagio sociale che si avverte nelle relazioni uomo -donna, tristemente riportato da gravissimi fatti di cronaca ormai quotidiana-  è sorto l’intento di intervenire offrendo alle donne con disabilità e senza disabilità uno spazio di ascolto solidale e qualificato capace di proporre e accompagnare in percorsi di empowerment e soluzioni efficaci.

Le due realtà associative che se ne fanno carico hanno il vantaggio di poter mettere in campo le consolidate rispettive esperienze  collaborando insieme all’incontro di due mondi (quello della disabilità e quello più conosciuto della vita quotidiana. La Presidente del Centro antiviolenza, Anna Agosta, ha parlato diffusamente del fenomeno delle violenze alle donne cresciuto durante la pandemia e di quanto sia importante che i centri antiviolenza e, in generale, le associazioni in ascolto delle donne abbiano i fondi per essere presenti e diffondersi sul territorio in quanto punto di riferimento  indispensabile e promotori di un dialogo di sensibilizzazione che smantelli culture antiche e paternaliste. La giornalista Sarah Donzuso con il suo libro ha voluto dare un contributo al dibattito culturale soprattutto riferendosi alle generazioni più giovani che spesso non trovano riferimenti adeguati per un’educazione alle relazioni affettive e alla gestione dell’emotività. Molto gradito l’intervento del magistrato e Consigliere del CSM Sebastiano Ardita che ha espresso la sua preoccupazione per la generale incuranza alle regole e alla legalità. Tutte le istituzioni presenti hanno espresso favore, incoraggiamento, sostegno. Dopo un breve dibattito la serata è stata conclusa da un ottimo rinfresco durante il quale ci si è ritrovati in un confronto e uno scambio gioioso e cordiale.

 

Catania 15/9/2021   Simonetta Cormaci per l’UICI Sezione di Catania

L’UICI Sezione di Catania partecipa all’operazione “mare pulito”

Incorniciata tra la Giornata internazionale dell’ambiente e la giornata internazionale degli oceani si è svolta la prima uscita “post covid” della Sezione UICI di Catania.

Domenica 6 giugno, presso il Lido La risacca di Aci Castello, le socie e i soci giovani della Sezione-in compagnia dei volontari UNIVOC e delle famiglie- hanno assaporato la gioia di una giornata al mare in allegria ma senza dimenticare il rispetto e l’impegno per questo straordinario ambiente marino spesso così bistrattato.

L’attività è nata da un sinergico partenariato: UICI Sezione di Catania, Lions Clun International, Lions Club Catania Mediterraneo, Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali, Comune di Catania,  Teatro Massimo Bellini, la Format s.r.l., l’associazione sportiva ESA, il Lido La Risacca.

Alla presenza dell’Assessore Regionale alla famiglia e politiche sociali,  dei rappresentanti dei Lions e delle autorità marittime, la Presidente Dell’UICI Catania Rita Puglisi, la giornata si è aperta con una breve conferenza in cui sono stati evidenziati il valore sociale, culturale, ambientale dell’evento

Poi ci si è abbandonati alla gioia di ritrovarsi insieme tra sole e mare. Se i mesi di lockdown e restrizioni sono stati duri e faticosi per tutti è innegabile che la condizione di disabilità ha acuito ancor di più il senso di solitudine e la frustrazione e quindi il poter ritornare a fare qualcosa insieme  è stato molto appagante. L’iniziativa rientrava in un progetto iniziato nel 2018 per promuovere l'inclusione dei disabili visivi attraverso la sensibilizzazione e la conoscenza dell’ambiente Marino dimostrando che tutti possono contribuire alla sua salvaguardia. Allo stesso tempo la giornata è rientrata all’interno dell’operazione Mare Pulito, attività di recupero dei rifiuti da Costa e fondali d’Italia, promossa dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera svolto grazie al contributo di un gruppo locale di diving nelle aree individuate dal progetto Europeo Clean Sea Life.

E così, dopo il piacere di tuffarsi, nuotare, prendere il sole tra una chiacchiera uno scherzo  in chiassosa allegria , si è assistito alle immersioni dei sommozzatori che hanno raccolto un bel po’ di rifiuti nei fondali attorno al lido. Successivamente alcuni partecipanti tra cui il Vice Presidente della Sezione UICI Antonio Stoccato,  la Consigliera Jenny Cangemi, la Consigliera delegata regionale Rosy Lattuga e alcuni soci hanno contribuito fattivamente  differenziando i rifiuti raccolti in legno plastica metalli e così via:  gesti concreti e insieme  simbolici per manifestare quella cura e interesse che dovremmo sempre avere per il mare e per l’intero ambiente.  Si aggiunga che l’ambiente marino, per i disabili visivi e pluridisabili,  è un elemento fondamentale perché a mare si scopre la libertà del movimento libero da ostacoli, più fluido, ricco di stimoli olfattivi e  sensazioni corporee, per non parlare del valore educativo e riabilitativo.

Dopo il pranzo consumato al lido il gruppo si è sciolto e con i saluti sono arrivate tante espressioni di gradimento e il desiderio di organizzare presto altri momenti di incontro.

 

                        Simonetta Cormaci per l’UICI Sezione di Catania

Oggetto: CONVOCAZIONE CONSIGLIO PROVINCIALE

 

            E' convocato per il giorno 12 novembre 2021, alle ore 16.30, il Consiglio della Sezione Territoriale di Catania dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus/Aps. Esso si svolgerà in modalità mista, pertanto, nel pieno rispetto delle cautele che la vigente emergenza Covid impone, sarà consentita la partecipazione in presenza dei Consiglieri Sezionali che saranno tenuti, per motivi organizzativi, a comunicare (stesso mezzo) la loro partecipazione presso i locali della Sezione U.I.C.I. di Catania, via Louis Braille n. 6. 

Qui di seguito si riporta l’ordine del giorno:

 

 

  1. Approvazione verbale della seduta consiliare del 02/10/2021;
  1. Ratifica delibera n. 7 del 04/11/2021 adottata in via d’urgenza dalla Presidente Provinciale;
  2. Comunicazioni della Presidente;
  1. Personale;
  2. Nomina Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza (RCPT);
  1. Incarichi professionali;
  2. Incarichi professionali personale medico;
  3. Incarichi professionali Centro di Riabilitazione;
  4. Proroga noleggio gazebo esterno;
  1. Presa d’atto protocollo sicurezza anti CoViD-19 – rev. 09/10/2021;
  1. Delega al Presidente per autorizzazione pagamento spese obbligatorie anno 2022;
  2. Deleghe al Presidente per autorizzare missioni e straordinari anno 2022;
  3. Approvazione Spesa per festività Natalizie ed Epifania;
  4. Acquisto prodotti igienico/sanitari Centro di Riabilitazione;
  5. Report di fine anno sui lavori svolti dalle Commissioni operanti presso la Sezione UICI di Catania;
  6. Accettazione legato sig.ra Patanè Agata;
  7. Commissione lavoro;
  8. Variazione catastale immobile di via Louis Braille 6 per cambio toponomastica;
  9. Iscrizione Soci;
  10. Cancellazione soci;
  11. Varie ed eventuali.

 

Oggetto Delibera Presidenziale:

  • Delibera n. 07 del 04/11/2021:  Progetto “I figli della frettolosa”.

 

    Distinti saluti                              

                              La Presidente Provinciale

                                       Prof.ssa Rita Puglisi          

               

Obbligo di verifica Certificazione Verde

E' convocato per il giorno 02 ottobre 2021, alle ore 09.30, in modalità mista, il Consiglio Provinciale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus/Aps per discutere e deliberare il seguente ordine del giorno:

 

  1. Approvazione verbale della seduta consiliare del 31/07/2021;

  2. Comunicazioni della Presidente;

  3. Ratifica delibere n. 5 del 24/08/2021 e n. 06 del 06/09/2021 adottate in via d’urgenza dalla Presidente Provinciale;

  4. Locali per ampliamento attività e servizi sezionali;

  5. Comunicato n. 73 della Sede Nazionale UICI: Green Pass COVID-19 – Provvedimenti consequenziali;

  6. Incarichi professionali;

  7. Incarichi professionali personale medico;

  8. Incarichi professionali Centro di Riabilitazione;

  9. Noleggio gazebo esterno;

  10. Corso di cucina anno 2021;

  11. Compartecipazione spese Campus Estivi organizzati da I.Ri.Fo.R. Sicilia;

  12. Ratifica spese effettuate nel corso delle giornate dedicate alla “Campagna Vaccinale Covid 19”;

  13. Reintegrazione Fondo Economato;

  14. Reintegrazione Fondo Economato Centro di Riabilitazione;

  15. Rinnovo contratti autoveicoli Arval e noleggio nuova autovettura;

  16. Corsi di orientamento e mobilità;

  17. Giornata mondiale della vista – 14/10/2021;

  18. Servizio di accompagnamento di soggetti non vedenti - Riconoscimento contributo a Sezione U.n.i.vo.c. di Catania;

  19. Manutenzione Programmata apparecchiature medicali;

  20. Acquisto strumentazione per ambulatori oculistici e Centro di Riabilitazione;

  21. Acquisto DPI Covid 19;

  22. Acquisto materiale Tiflotecnico;

  23. Iscrizione Soci;

  24. Cancellazione soci;

  25. Varie ed eventuali.

 

Oggetto Delibera Presidenziale:

  • Delibera n. 05 del 24/08/2021: Reintegrazione Fondo Economato;

  • Delibera n. 06 del 06/09/2021: Progetto “Sportello Donna”.

 

Nel pieno rispetto delle cautele imposte dalla attuale “Emergenza Covid 19” sarà garantita la partecipazione ai lavori consiliari da parte dei soci attraverso accesso alla piattaforma Zoom.

I soci che volessero partecipare ai lavori dovranno fare richiesta delle credenziali telefonando, a far data dal 29/09/2021, al n. 095333380.  

E’ stato pubblicato in G.U. il D.L. 10/09/2021 N° 122 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale”.

L’art. 2 del d.l. in commento prevede al primo comma che: “Dal 10 ottobre 2021, fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, l’obbligo vaccinale previsto dall’articolo 4 comma 1, si applica altresì a tutti i soggetti anche esterni che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture di cui all’art. 1bis”.

Pertanto, dal 10 ottobre 2021 diviene obbligatorio il vaccino per tutti i dipendenti, collaboratori e soggetti anche esterni che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività in strutture di ospitalità e di lungodegenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti, e comunque in tutte le strutture residenziali di cui all'articolo 44 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017 (c.d. nuovi LEA).

Il comma 2 della norma in commento, ricorda che: “Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute”.

Si porta a conoscenza che l’accesso alle strutture in violazione dell’obbligo vaccinale è sanzionato dall’art. 4 comma 1 del D.L. 19/20 che così prevede: “Salvo che il fatto costituisca reato, il mancato rispetto delle misure di contenimento di cui all'articolo 1, comma 2, individuate e applicate con i provvedimenti adottati ai sensi dell'articolo 2, commi 1 e 2, ovvero dell'articolo 3, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000.

E' convocato per il giorno 31 luglio 2021, alle ore 11.00, il Consiglio della Sezione Territoriale di Catania dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus/Aps. Esso si svolgerà in modalità mista, pertanto, nel pieno rispetto delle cautele che la vigente emergenza Covid impone, sarà consentita la partecipazione in presenza dei Consiglieri Sezionali che saranno tenuti, per motivi organizzativi, a comunicare (stesso mezzo) la loro partecipazione presso i locali della Sezione U.I.C.I. di Catania, via Louis Braille n. 6.  

Qui di seguito si riporta l’ordine del giorno:

  

1. Approvazione verbale della seduta consiliare del 19/06/2021;
2. Comunicazioni della Presidente;
3. Ratifica delibera n. 4 del 26/06/2021 adottata in via d’urgenza dalla Presidente Provinciale;
4. Assistenza del sistema informatico aziendale;
5. Proroga contratti di lavoro interinale;
6. Noleggio gazebo esterno;
7. Compartecipazione progetto I.Ri.Fo.R. “Rigioco la mia parte”;
8. Acquisto materiale tiflodidattico;
9. Acquisto ausili ipovisione per ambulatori Centro di Riabilitazione;
10. Reintegrazione Fondo Economato;
11. Lavori di manutenzione ordinaria immobile di via Louis Braille n. 6;
12. Servizio di accompagnamento di soggetti non vedenti - Riconoscimento contributo a Sezione U.n.i.vo.c. di Catania;
13. Acquisto materiale Tiflotecnico;
14. Affidamento lavori adeguamento antincendio per le attività svolte nell’edifico sito in Catania, via Louis Braille 6;
15. Iscrizione Soci;
16. Cancellazione soci;
17. Varie ed eventuali.

 

 

Nel pieno rispetto delle cautele imposte dalla attuale “Emergenza Covid 19” sarà garantita la partecipazione ai lavori consiliari da parte dei soci attraverso accesso alla piattaforma Zoom.

I soci che volessero partecipare ai lavori dovranno fare richiesta delle credenziali telefonando, a far data dal 28/07/2021, al n. 095333380.  

 

Mercoledì, 23 Giugno 2021 13:05

Settimana internazionale del glaucoma

L’UICI di Catania e le visite ai senza fissa dimora

 “Immaginate di trovarvi in strada senza sapere dove andare, perché non avete né una casa, né un amico, né un parente, nessuno che vi accolga. Come siete finiti nella condizione di non-ritorno poco importa, certo è che dalla strada non potete andarvene. La strada diviene così un campo di concentramento senza reticolato, una prigione senza sbarre, ma senza via di scampo”.

Così scriveva qualche anno fa l’antropologo urbano Federico Bonadonna nel saggio “In nome del barbone” da cui è tratto il brano succitato. A tale realtà di emarginazione, presente anche a Catania, si è voluta avvicinare la nostra Sezione grazie a una iniziativa voluta dalla Presidente Rita Puglisi c he ha colto l’invito di collaborazione della Croce Rossa internazionale  Comitato di Catania con l’indispensabile supporto specialistico  della Società Oftalmologica Siciliana (SOSI), l'Agenzia Internazionale per la prevenzione della Cecità (IAPB) e la Clinica Oculistica Universitaria dell'azienda Policlinico-San Marco.

Così sabato13 marzo, nell’ambito della settimana internazionale della prevenzione del glaucoma,  L’Unita mobile oculistica ha sostato in piazzale Rocco Chinnici, zona della città frequentata da persone senza dimora, eseguendo visite oculistiche  a 25 persone. In un clima cordiale e aperto i senza dimora sono stati accolti dalla Presidente e dai presenti, fra cui l’Assessore ai Servizi sociali e Politiche della famiglia del Comune di Catania, e accompagnati dai volontari della Croce Rossa all’Unità mobile per lo screening.

Le persone senza dimora, ultime fra gli ultimi, vittime di discriminazione e rifiuto sociale , non sarebbero in condizioni di accedere facilmente a visite del Servizio sanitario pubblico. Così, ancora una volta, l’UICI Sezione di Catania ha voluto esprimere solidarietà e vicinanza con gesti concreti. Come ha detto Rita Puglisi parlando con l’Assessore.. presente alla mattinata di screening: ”Noi disabili spesso siamo visti come persone da assistere e aiutare invece noi stessi siamo una risorsa e vogliamo essere utili alle nostre concittadine e concittadini con gesti positivi e concreti”. E tra il gruppo di servizio all’Unita mobile, mentre si accolgono i senza dimora che hanno voluto farsi visitare, si fa strada un’idea bellissima a cui tutti si impegnano a dare seguito: la creazione di un corridoio sanitario per venire incontro alle esigenze di cura delle persone più svantaggiate, senza dimora ma anche tutte quelle persone e famiglie che -causa pandemia- sono ridotte in povertà.

Per una mattina mondi diversi si sono incontrati e , in nome della salute degli occhi, si sono  ritrovati in un momento gioioso che speriamo di ripetere ancora tante volte. Un caloroso grazie alle oculiste e oculisti, ai volontari della  Croce Rossa, al personale UICI senza la cui collaborazione non si sarebbe potuta realizzare l’iniziativa.

 

Simonetta Cormaci per L’UICI Sezione di Catania

Pagina 1 di 14