Domenica, 02 Giugno 2019 23:33

Militello Val di Catania, 1 giugno 2019: un altro passo verso l’accessibilità nel campo dei beni culturali

La Presidente UICI di Catania, Rita Puglisi, e il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci La Presidente UICI di Catania, Rita Puglisi, e il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci

Sabato 1 giugno 2019 a Militello si è svolta l’inaugurazione del Museo che accoglie i reperti della precedente Mostra Cavalcando per i secoli. L’immagine del cavallo in Sicilia dalla Preistoria all’età romana, organizzata in occasione della prima Fiera mediterranea del cavallo lo scorso maggio.

Sono esposte, tra le altre, opere di epoca greca provenienti dalle necropoli di Siracusa o dagli abitati della zona di Butera dell’VIII-VII secolo a.C. e dai santuari delle città del VI secolo a.C.

Il Museo vuole testimoniare il rapporto e la convivenza del cavallo con l’uomo in un territorio che ha fatto dell’allevamento di questo animale un tratto distintivo (sono presenti il cosiddetto Guerriero di Castiglione, bassorilievo di una lapide funeraria del VI secolo a.C., e teste fittili di cavallo del V secolo a.C.). Il Museo ricade sul territorio dei comuni di Militello, Scordia e Lentini.

Il progetto vede l’UICI di Catania coinvolta in quanto il Sindaco di Militello, Giovanni Burtone, come “padrone di casa”, e il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, hanno espresso la volontà di creare un itinerario accessibile che metta i visitatori con disabilità visiva nelle condizioni di fruire al pari di tutti dei reperti in mostra. Era presente anche la Sovrintendente ai Beni culturali di Catania, Rosalba Panvini.

Il Presidente della Regione, Nello Musumeci, dal tavolo delle autorità ha ringraziato la Presidente UICI, Rita Puglisi, per la vicinanza e la disponibilità al confronto e a fornire supporto. La Presidente UICI, Rita Puglisi, ha a sua volta ringraziato il Presidente della Regione, Nello Musumeci, per la sensibilità dimostrata per la tematica dell’accessibilità vero punto di svolta nella prospettiva di un’autentica inclusione dei disabili visivi.    


Condividi la notizia con i tuoi amici, clicca sul pulsante del tuo social network preferito